Progetto Cinema : Film “Qu’est-ce qu’on a fait au Bon Dieu?”

24 Aprile ore 09:00 IIS "L.Russo" Caltanissetta

non sposate le mie figlie 2

Proiezione del film Qu'est-ce qu'on a fait au Bon Dieu? (Non sposate le mie figlie) del 2014 di Philippe de Chauveron .

Il film parla di Claude e Marie Verneuil  una coppia cattolica e borghese di Chinnon che ha 4 figlie. Le tre figlie maggiori si sono sposate con tre uomini francesi di origini molto diverse tra loro. Rachid è musulmano e figlio di algerini, Chao è ateo e figlio di cinesi e David è ebreo e figlio di Israeliani.

Questa famiglia multietnica  e multiculturale cerca di andare d'accordo con non poche difficoltà. Claude e Marie sono poco tolleranti verso le diverse culture di generi e ci sono spesso buffe incomprensioni e frivoli litigi che rendono tesa l'atmosfera della famiglia. Per esempio la circoncisione di un nipotino viene considerata una pratica barbara; le scelte alimentari delle tre diverse culture mettono in confusione la suocera; gli stereotipi sui diversi popoli fanno scontrare i tre generi che arrivano persino alle mani. La speranza dei genitori è che la figlia minore scelga un compagno francese, cattolico e di buona famiglia.

Alla cena di Natale Claude rimane stupito quando i tre generi cantano la Marsigliese, rendendosi degni del suo rispetto e finalmente la famiglia sembra raggiungere un armonia tanto desiderata. La figlia più piccola Laure, però, distrugge questa armonia. Confessa, infatti, ai genitori di volere sposare Charles, un uomo cattolico di buona famiglia e cattolico di origini, però, ivoriane, Anche il ragazzo Charles in visita a casa per Natale dice ai suoi genitori che vuole sposare una donna bianca. Suo padre accetta di malavoglia al matrimonio pretendendo però che i Verneuil paghino le nozze al completo, dicendo che l'uomo bianco deve ripagare per avere depredato le ricchezze africane.

Charles viene presentato ai Verneuil. L'evento mette a disagio i genitori di Laure e le tre sorelle che lamentano la nuova destabilizzazione famigliare.  I quattro suoceri vengono prima presentati via videochat, dove iniziano gli scontri culturali. I due padri rimangono fermi sulle loro posizioni nazionaliste. Le figlie scoprono che Claude vuole vendere la villa e fare il giro del mondo e deducono che i genitori vogliono separarsi a causa dell'ennesimo matrimonio multietnico.

André vuole parlare da solo con il consuocero Claude. Decidono allora di andare a pesca  e dopo una gran bevuta e diverse vicissitudini finiscono per diventare amici.

Laure finalmente riesce a convolare a nozze con il suo amato Charles. Claude ammette di avere programmato il giro del mondo con sua moglie per andare a conoscere le quattro famiglie dei quattro generi nei loro paesi di origine.