Progetto Cinema : Film “La Vie en rose”

La vie en rose

 ore 9:00 IIS "L.Russo" Caltanissetta

Proiezione del film "La Môme (La Vie en rose)" di Olivier Dahan con Maion Cottilard e Gérard Depardieu del 2007.

Il film ha vinto due premi Oscar, uno per la "migliore attrice protagonista" assegnato a Marion Cottilard  e uno per il miglior trucco. E' dedicato alla vita della cantante francese Edith Piaf. Parla dei momenti più importante della vita della cantante.

Nel 1918 a Parigi la piccola Edith trascurata dalla madre una cantante di strada, viene affidata dapprima alla nonna materna dove vive in pessime condizioni. Il padre Louis, un contorsionista circense partito in guerra, torna in licenza e si rende conto delle situazione in cui vive la bimba.

Decide, allora di affidarla alla sua mamma Louise Léontine Gassion , conosciuta con il nome di Madame Tine, tenutaria di una casa di tolleranza. Qui Édith cresce coccolata dalle "ragazze" in particolare da Titine, personaggio inventato dal regista. A causa di un infezione agli occhi la bimba perde la vista, ma, dopo un pellegrinaggio alla tomba di Santa Teresa di Lisieux la riacquista. Il padre, intanto, tornato dalla guerra e contro la volontà di Titine si riprende la figlia e la fa esibire al circo e poi in strada. Presto il padre scopre le doti canore della figlia che comincia a cantare in strada per dare da mangiare a se stessa e al padre. Édith passa gli anni della sua adolescenza esibendosi per strada, come la madre, affiancata dall'amica Momône. A diciassette anni ha un figlio con Louis Dupont. La figlia Marcelle muore, però, a due anni di meningite fulminante. Édith cambia vita, però, grazie a Louis Leplée che la battezza con il nome d'arte "La Môme Piaf" che la fa esibire al cabaret e le permette di raggiungere i primi successi. La misteriosa morte di Leplée e i sospetti sul suo coinvolgimento nell'evento rischiano di compromettere la carriera di Édith.

La chanteuse assume il nome d'arte Édith Piaf, datole dal secondo impresario Raymond Asso, che la fa diventare famosa grazie alla tournée al teatro ABC.  Édith è una star per tutti i giornali e i suoi dischi hanno successo. Jean Cocteau decide di comporre per lei Le bel indifferent.

Nel 1947 parte per una torunée in America con Loulou Barrier, Daniel Bonel e Ginou Richer e nel 1948 a New York incontra il pugile Marcel Cerdan di cui si innamora follemente. La loro storia ha una breve durata poiché il pugile muore in un incidente aereo il 28 Ottobre del 1949. La chanteuse reagisce male alla morte dell'amato. Affronta il dolore cantando e facendo uso di antidepressivi  e di sostanze antidolorifiche come morfina e cortisone a causa di forti reumatismi deformanti. Queste sostanze però la rendono sempre più debole. Dopo incidenti, operazioni e due malori in piena scena Édith muore nel 1963 a soli 48 anni.